PSORIASI, come trattarla

La Psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non contagiosa, caratterizzata da arrossamento (eritema), ispessimento e desquamazione di aree di estensione variabile.psoriasi Il nome Psoriasi deriva dal greco “psora” che vuol dire “squama”. La manifestazione più comune della patologia è infatti una chiazza simile ad un eritema coperta da squame biancastre. Le lesioni possono essere minime, localizzate solo a gomiti e ginocchia, o estese ad interessare buona parte della superficie cutanea, determinando profonde alterazioni dell’immagine corporea. Il processo che sostiene la Psoriasi è l’aumentata velocità di proliferazione e differenziazione dei cheratinociti dello strato basale (8 volte maggiore della cute normale), che finiscono con l’accumularsi sulla cute (ipercheratosi) determinando la formazione delle tipiche placche e squame. L’evento determinante tale alterazione sarebbe un processo autoimmune guidato dai linfociti T e mantenuto dalla produzione di particolari sostanze ad azione infiammatoria (dette “citochine”).

Quali sono le cause della psoriasi?

Tante e varie sono state negli anni le ipotesi riguardanti l’insorgenza della malattia proposte che hanno trovato vari sostenitori e periodi più o meno lunghi di credibilità. Oggi il più largo consenso di dermatologi tende a considerare la Psoriasi come una patologia ad eziologia cosiddetta “multifattoriale”, alla quale cioè concorrono sia fattori genetici che ambientali. Il sottostante meccanismo che alimenta la malattia è mediato dal sistema immunitario e in particolare dai linfociti di tipo Th1.stress Evidenze cliniche e dati statistici confermano l’esistenza di un legame tra stress ed eruzione di lesioni psoriasiche. Alcune ricerche hanno evidenziato che oltre il 39% dei casi di Psoriasi sarebbe legato ad un evento stressante. Le alterazioni dell’umore indotte dalla Psoriasi (stati ansioso-depressivi legati alle alterazioni dell’immagine corporea) potrebbero innescare un circolo vizioso che si automantiene. Anche i traumi fisici o chimici sulla cute possono avere un ruolo scatenante, come già evidenziato nel 1872 da Koebner, che osservava l’eruzione di lesioni psoriasiche su un’area cutanea lesa da un trauma. Anche l’abuso di alcool e il fumo di sigaretta sono stati imputati come fattori scatenanti, se pure le evidenze scientifiche siano minori. Esiste inoltre un rapporto tra l’Indice di Massa Corporea (Body Mass Index – BMI) e Psoriasi: secondo alcuni dati statistici, i soggetti con BMI elevato hanno maggior rischio di sviluppare forme estese di Psoriasi. Oltre alle ripercussioni sull’immagine fisica, la Psoriasi determina anche delle limitazioni funzionali. L’ipercheratosi e l’estrema secchezza cutanea possono determinare infatti lesioni o ulcerazioni della pelle che limitano i movimenti articolari e la presa manuale. Dalla cute può derivare anche una sensazione dolorosa, di bruciore e di impaccio, come se ci si fosse vestiti con abiti troppo stretti. Il prurito, quando presente, può essere estenuante rendendo chi ne soffre ancora più irritabile.

Psoriasi e alimentazione

Inoltre uno stile di vita basato su una sana e specifica alimentazione, per chi soffre di psoriasi, è fondamentale. Da preferire il consumo di prodotti di stagione quando possibile:

  • Alimenti ricchi di vitamina A (spinaci, basilico, asparagi, peperoni, carote, zucca, pomodori, coriandolo)
  • Cibi ricchi di acidi grassi omega 3 (semi di lino e olio di semi di lino, noci)
  • Alimenti ricchi di vitamina C (arancio, pompelmo, limone, kiwi, mela, anguria, aglio, sedano, fragole, uva, ananas, mirtilli, avocado, mango, more, ecc.)
  • Alimenti ricchi di zinco (asparagi, patate, semi di girasole, sedano, fichi, melanzane)
  • Alimenti con acido folico (cereali integrali, legumi, spinaci, arance, asparagi, lattuga, germe di grano)
  • Alimenti ricchi di selenio (uva, pesche, aglio, zucca, orzo, avena, mais, pistacchi, asparagi e spinaci)

CIBI DA EVITARE

  • Carni grasse
  • Carni rosse
  • Insaccati
  • Olio di palma
  • Grassi trans (margarina, ecc.)
  • Burro
  • Formaggi stagionati
  • Alcol
  • Fritti
  • Alimenti con conservanti e additivi
  • Spezie troppo piccanti o forti
  • Cibi eccessivamente salati        crema borragine                                                      Preziosi alleati per la pelle psoriasiaca sono
  • l’Aloe vera e 
  • olio di borraginel’olio di borragine  di cui possiamo segnalare  la disponibilità come integratori sotto forma di  capsule e in creme per uso esterno

Fonte: La Forza Della Natura’s Blog

Se trovi questo articolo interessante condividilo con i tuoi amici e scrivi un commento. Per approfondire